coralloblu:

ivyinspired:


this accurately represents my class participation


HAHAHH col dito

coralloblu:

ivyinspired:

this accurately represents my class participation

HAHAHH col dito

(Fonte: nonstopsmile, via vinceremoladistanza)

@1 giorno fa con 634754 note

“Non ti aspetto più.
Non sei più la prima cosa che mi viene in mente quando la mattina apro gli occhi e mi ritrovo a fissare il soffitto, non sei neanche la seconda o la terza. Riesco ad appoggiare i piedi sul marmo freddo della mia camera, alzarmi e iniziare la giornata senza che il tuo nome faccia eco nella mia testa per ore e ore. Riesco ad ascoltare la nostra canzone senza diventare malinconica e riesco addirittura a vederti passeggiare per strada e non provare nostalgia, solo una piccola fitta allo stomaco quando sei con lei. 
Ricordo quando mi facevo carina prima di uscire, mi arricciavo i capelli e mi truccavo, sperando di incontrarti, sperando di piacerti e, puntualmente, non ti incontravo mai, oppure tu non mi degnavi neanche di uno sguardo, non hai mai capito che tutto quello che facevo era per te.
Non aspetterò più che mi squilli il telefono, non spererò più che appaia il tuo nome sul display e non resterò sveglia tutta la notte ad immaginare come sarebbe stato se le cose fossero andate in modo diverso. Non mi aspetterò che suoni improvvisamente il campanello e che tu sia dietro la porta per portarmi via da qui.
Non aspetterò più per ore a sedere su una panchina, sperando di vederti spuntare da dietro l’angolo e venire verso di me sorridendo, non aspetterò un tuo gesto, una tua carezza o un tuo bacio.
E lo so di aver detto che ti avrei aspettato per sempre, che avrei combattuto per averti fino alla fine, che non mi sarei arresa perchè eri l’unico che volevo, ma, vedi, cercando di non perdere te, ho perso me stessa.
E solo adesso ho capito che non va bene, che io sono più importante e che un amore non può e non deve fare così male. Quindi ho scelto me, ho scelto di lasciarti andare per ritrovare me stessa.
Ti ho amato fino a distruggermi, ma adesso ho imparato a non amare più. E chissà, magari un giorno amerò di nuovo, troverò la forza di riprovarci, magari potrei addirittura riuscire ad amare per la prima volta anche me stessa.”

vienimiaprendere:

nessunosiaccorgedelmiodolore:

echgesucrist:

-Alessandra🎈

io credo di amare chi ha scritto questo.. mi è venuto da piangere

(via fermaimmobile)

@1 giorno fa con 496 note

"E non è rimasto niente, di me, di te, di noi.
Se ti cercassi, capirei che non sei più lo stesso.
Se tu mi cercassi, capiresti che non sono mai cambiata."

Kebingungan. (via kebingungan)

(via kebingungan)

@3 giorni fa con 617 note

"Ma lei una ragione per fare la stronza la trovava sempre."

Charles Bukowski (via mophata)

(via justwaitingsomething)

@3 giorni fa con 1081 note

"Non aveva idea di quanto fosse bella, il che la rendeva ancora più affascinante."

@5 giorni fa con 721 note

"Mi trovi bella?”
“Spaventosamente bella.”
“Che vuol dire ‘spaventosamente’?”
“Che certe volte ho paura di non riuscire a trovare bello nient’altro dopo di te."

Corpi Di Carta.
(via torresssssssss)

Una volta mi hai detto “sei spaventosamente bella”, ora non mi guardi più in faccia

(via fermaimmobile)

(via fermaimmobile)

@1 giorno fa con 1502 note
hisandherquotes:

everything you love is here

hisandherquotes:

everything you love is here

(via ilcuoreinpezzi)

@3 giorni fa con 13517 note

"A volte ci penso, sai?
Penso se hai mai avuto i miei stessi pensieri, se anche tu, quando eravamo insieme, eri felice, se ridevi di gusto come me.
Penso se hai mai avuto il desidero di vedere me varcare la porta, invece che un’altra persona.
Penso se qualcosa, un gesto, un posto, ti ricorda me, noi.
Penso se tutto questo ti manca, come manca a me."

Kebingungan. (via kebingungan)

(via kebingungan)

@3 giorni fa con 596 note

"Ci siamo voluti bene, tanto, e ci siamo anche fatti tanto male. Mi hai fatto male, molto male, questo è innegabile. Due come noi non riuscivano a stare insieme, ma nemmeno lontani, e faceva così male, ma così male. Io ti aspettavo la notte, aspettavo un tuo messaggio mentre sapevo che tu eri fuori a divertirti, a cercare di scappare dall’amore che sapevi che solo io avrei potuto darti. Le volte che aspettavo ma non chiamavi, le volte che dovevamo vederci ma non potevi, le volte che hai scelto tutto, tranne me. La volta che ho deciso che così non poteva andare avanti e allora ho preso e sono uscita con quel ragazzo che non mi piaceva, che non era nemmeno troppo carino. E le sue mani mi davano fastidio, il suo profumo mi faceva arrabbiare e quando ha provato a stringermi sono scappata come se stessi per essere chiusa in una gabbia troppo stretta per me. Ci siamo sempre voluti bene, ma in un modo tutto nostro, quando eravamo insieme solo noi, quando potevamo promettere e credere prima che si facesse tardi e tornassimo lontani. Ho pensato che non ce l’avremmo mai fatta ad andare avanti, ma poi abbiamo deposto le armi, poi abbiamo smesso di mentirci e di avere paura, e ci siamo solo voluti bene. E’ il destino di quelli come noi, di quelli che non dovrebbero farcela ma poi ce la fanno. E che alla fine, non si sa come, si arrendono e si salutano per sempre."

Cit.

La nostra storia. (via volevostareconte)

(via voraginisulpetto)

@5 giorni fa con 551 note

"Ci saranno tante cose a cui dovrò abituarmi, e ce ne saranno altrettante di cui dovrò fare a meno. Il rumore dei tuoi passi, il tuo odore che svanisce sul cuscino, la luce del giorno in cui mi hai lasciata sola."

Il rumore dei tuoi passi, Valentina D’Urbano. (via downhilldeep)

(via solosjuntos)

@6 giorni fa con 1403 note